www.artkokoro.eu


Vai ai contenuti

Menu principale:


Idee per il week-end (Sistiana e il sentiero Rilke)

Questo bel sentiero panoramico si snoda a strapiombo tra la località di Sistiana e il comune di Duino di cui Sistiana è frazione. Lo si imbocca esattamente all'inizio della strada che scende verso la baia, di fianco al villaggio "marepineta" , e si prosegue poi fino al bel castello di Duino, che fu appartenuto all'antica famiglia "Thurn und Taxis". Il sentiero,che prende il nome dal grande poeta praghese Rainer Maria Rilke, è intervallato da diversi punti panoramici da cui si gode una meravigliosa vista sul mare,anche le piante e le tipiche pietre fanno il loro effetto,soprattutto in autunno,quando le foglie del sommaco (scotano) colorano l'ambiente carsico di tutte le tonalità tra il giallo e il rosso. Il paese di Sistiana,è anche una piccola stazione balneare,infatti scendendo giù nella baia,una volta arrivati in fondo si può scegliere di se girare a sinistra,(Castelreggio) dove si trovano due belle spiagge di ciottoli (una libera e una a pagamento) o girare a destra (zona caravella) dove ci sono altre spiaggette e scogli. Il posto è bello,ma ahimè non molto grande ed è perciò frequentatissimo,soprattutto nei week-end ,consigliamo agli amanti della tranquillità (e a chi vuole trovare posto per parcheggiare) di andarci alla mattina molto presto e di andarsene verso mezzogiorno.

Il castello di Duino

Questa bella zona del Friuli venezia giulia ,si trova in un punto molto strategico,e questo ne fa un luogo ideale per trascorrervi sia il finesettimana,che un intera vacanza,Sistiana si trova infatti all'inizio della strada costiera per Trieste, ma è anche vicino a Gorizia , Aquileia ed è ad un ora da Lubiana. Nei d'intorni si può visitare la grotta gigante, e a poca distanza in Slovenia le splendide grotte di San canziano e quelle di Postumia, questo per citare solo alcune delle possibilità.Per quello che riguarda la gastronomia,consigliamo a chi volesse seguire una dieta,di lasciar perdere e di pensarci una volta tornati a casa,in quanto tutta la regione è un paradiso per i ghiottoni. La zona carsica nell'entroterra di Sistiana,offre piatti e vini tipici che si possono gustare in molte trattorie e agriturismi,ma la particolarità più interessante è costituita dalle" osmize",osmiza è un termine che deriva dallo sloveno "osam" cioè otto,tanti erano infatti i giorni concessi per legge ai contadini per vendere i loro prodotti,nei cortili venivano allestite osterie all'aperto con tavoli e panche.

Veduta dal sentiero Rilke

La tradizione esiste anche adesso ed è viva più che mai,così se passate da quelle parti tra pasqua e luglio (alcune sono aperte anche in altri mesi),potrete gustare ottimi salumi e formaggi caserecci,il tutto annaffiato da ottimi vini autoctoni come la "vitovska" ma soprattutto dal "teran" (terrano del carso). questa particolare varietà di refosco (refosco dal peduncolo verde),rosso corposo,aspro,e con riflessi violacei,esprime totalmente la terra su cui cresce. La gradazione non troppo alta di questo vino (intorno agli11 gradi) lo rende adatto a qualsiasi momento,il" teran" si sposa perfettamente con i piatti del carso, ma soprattutto con il prosciutto crudo. Per arrivare a Sistiana bisogna prendere l'autostrada Venezia -Trieste, all'uscita dell'autostrada dopo la barriera dell'Lisert, proseguire per qualche chilometro e poi uscire a Duino o Sistiana. Per dormire hotel" dolina", hotel "sette nani",hotel "posta", hotel"belvedere", villaggio "marepineta" (bungalows e tende) agriturismo "mezzaluna" a Malchina (vicino a Sistiana).

Vedi mappa

Piatto carsico tipico

La baia di Sistiana


artkokoro creativity | info@artkokoro.com

Torna ai contenuti | Torna al menu